Si allontana la data di “pensionamento” del mercato di maggior tutela, provvedimento che avrebbe costretto tutti i consumatori a sottoscrivere un contratto con le aziende del mercato libero abbandonando pertanto le condizioni contrattuali dettate dell’Aeegsi (Autorità garante dell’energia elettrica,del gas e del sistema idrico). Il 5 aprile di quest’anno il governo ha deciso di dilazionare la completa liberalizzazione del mercato al 1 Luglio 2019.

Al fine di favorire la migrazione di tutte le utenze ancora oggi servite dal mercato tutelato, l’Aeegsi sta promuovendo una nuova tipologia di contratto di fornitura di energia elettrica, denominato Tutela simile, per il quale è prevista una durata di 12 mesi decorsi i quali l’utente potrà decidere se restare nel mercato libero alle condizioni contrattuali dell’azienda che ha fornito il servizio oppure rientrare nel mercato tutelato. Tale contratto, pur rientrando nel mercato libero, è disciplinato dalle condizioni contrattuali, definite dall’Autorità, obbligatorie e omogenee per tutti i venditori. Le condizioni economiche sono analoghe a quelle del servizio di Maggior Tutela con la previsione di un bonus una tantum, diverso da fornitore a fornitore, applicato nella prima bolletta, qualora il contratto perduri per tutti i 12 mesi. Essendovi un unico elemento differenziale le offerte di Tutela simile sono facilmente confrontabili tra loro e con il servizio di Maggior Tutela.

Tutti i clienti attualmente serviti dal servizio in Maggior Tutela, quelli domestici in modo autonomo o con l’aiuto di un’Associazione dei consumatori, le piccole imprese anche attraverso la categoria cui aderiscano, possono scegliere il contratto di Tutela simile. Federconsumatori Fvg ha provveduto ad abilitare uno sportello dedicato presso la sede di Udine dove gli associati potranno richiedere informazioni ed essere eventualmente assistiti nella compilazione dei contratti che potranno essere sottoscritti solo digitalmente tramite il portale predisposto dall’autorità garante.

 

Erica Cuccu